Innovazione, design e tecnologia

Lo abbiamo detto tante volte e lo confermano le fiere di settore: curare la propria immagine aziendale è fondamentale per distinguersi e rendere memorabile il proprio brand.

A partire, anche, dall’arredo del proprio ristorante e bar!

Quali sono, allora, i trend del mercato Ho.re.ca?
Ecco i nostri suggerimenti per cominciare il 2019 con stile.

Arredo boho chic per il proprio ristorante moderno

Dimenticate la classica definizione di ho.re.ca. ovvero l’acronimo di Hotellerie-Restaurant-Cafè.

Qui stiamo parlando di tutto l’ambiente hospitality.

Il mix che si respira tra le fiere dedicate alla ristorazione e al mondo del ho.re.ca. è caratterizzato da innovazione, design e tecnologia.

Il locale diventa luogo in cui armonizzare praticità e creatività: non stupitevi, quindi, se troverete stili d’arredamento disparati coniugati con i classici elementi della mise&place.

  • Di materiali diversi ma che insieme esaltano il prodotto: quindi locali con soffitti o strutture in ferro battuto, vetrine di vetro, archi o separè in ferro dorati uniti da marmo bianco;
  • Di muri decorati con carta da parati dai temi vegetali: foglie di ogni forma e colore … anche quelle di banano;
  • Di lampade ultra moderne dalle forme più insolite e luci soffuse per ad aumentare ulteriormente la sensazione di intimità, relax e convivialità;
  • Di tavoli di tutte le dimensioni: dall’ormai usuale 80x80a tavoli sociali da forme ellittiche;
  • Di sedute di ogni tipo con forme, colori e materiali diversi: dalla pelle al velluto tutti nello stesso locale.

Stile boho chic (o bohemièn) lo chiamano perché rappresenta l’insieme di mille contaminazioni e tendenze: classico e moderno accanto al glamour e al vintage anni ‘70.

Gli elementi predominanti che lo contraddistinguono li abbiamo già anticipati sopra:

  • colori, audaci e vivi in particolare troviamo come predominanti le tonalità del rosso e del viola e le loro molteplici sfumature;
  • tessuti e texture eterogenee (legno, velluto, eco-pelle) che danno personalità a cuscini, tappeti, arazzi, puf e tendaggi;
  • mobili in legno o materiali naturali vintage, moderni o handmade;
  • piante anche di grandi dimensioni che donano colore, vitalità e che rimandano ai temi della sostenibilità ambientale.

La mise en place ideale per l’arredo di un ristorante moderno

In due parole: eccentricità e contrasto.

Contrasto che deve esserci anche nella mise&place:

  • Colori accesi di bicchieri e piatti che trovano armonia e si inseriscono su uno sfondo tessile di colori caldi e accoglienti che richiamano la natura.
    Stiamo parlando del rosa antico e di tutte le varianti del beige, del tortora, delle sfumature del marrone fino ad arrivare ai toni “melanzana” e ai verdi delle piante;
  • Cucine, laboratori di produzione rigorosamente a vista che, contrariamente alle sale, devono essere ben illuminate. La trasparenza regna sovrana;
  • Locali polifunzionali: dal servizio bar passando per la ristorazione fino ad arrivare al cocktail bar in un ciclo continuo, 7 giorni su 7, dalle 7:00 di mattina alle 2 di notte.

Insomma, strutture che “abbracciano” tutti i target di avventori: per gusti estetici e per abitudini di consumo.

Guarda la nostra selezione di 30 idee di arredamento raccolte dal web (gallery).
Fonte: Pinterest